Dove DormireFiji

2 posti dove dormire alle Fiji per spendere poco

Viaggio zaino in spalla: dove dormire alle Fiji

bamboo - backpackers - fiji
La spiaggia di fronte al Bamboo backpackers

Bamboo Backpackers

Difficile non passare da queste parti se cerchi un posto cheap, sul mare, vicino all’aeroporto, alla città, e al porto. Lo staff è simpatico e ti accolgono tutti calorosamente, mostrandoti tutte le loro offerte e cercando ovviamente di tirare un po’ l’acqua al loro mulino.

La navetta dall’aeroporto è gratuita e il posto è veramente carino e pieno di backpackers da ogni parte del mondo, la piscina è situata sulla spiaggia, a due passi dal mare e tra le palme da cocco. Il mare è nero, perché la sabbia è scura, per questo la piscina, le sdraio e le amache posizionate un po’ ovunque sono le cose più gettonate.

fiji - pool - backpacker
La piscina al tramonto

Le camere sono basiche, ma hanno il bagno e sono di norma abbastanza pulite. Ogni letto (almeno quelli nella stanza da 8) ha la propria cassetta di sicurezza, portatevi dietro un lucchetto.

Purtroppo l’ostello non ha una cucina pubblica, ma si è obbligati a mangiare presso il ristorante della struttura. Questa è una delle cose a cui non fai caso quando prenoti… Se il prezzo della camera è 10 euro e c’è scritto ostello, non ti viene neanche in mente che dovrai spendere il triplo per mangiare, e invece è così.

Non prendete il fried rice, il peggiore che io abbia mai mangiato, ma per il resto, a parte il prezzo e la poca scelta di opzioni, non è male. Noi siamo stai li quasi una settimana e quei 10 piatti sul menu non sono mai cambiati.

L’ostello purtroppo non credo sia di proprietà dei fijiani, ho visto più di una volta una signora dalla pelle bianca e i capelli rossi, in cucina a contare i soldi nella cassa. Sarebbe stato troppo bello!

Nel complesso l’ostello non è male se si adottano un paio di accortezze.

 

Consigli

Andate in centro prendendo il bus senza finestre che si ferma all’angolo e arrivate a Nadi con 1,15$. Li comprate una bella cassa d’acqua (in ostello una bottiglia costa 5$), al mercato potete prendere un po’ di frutta a basso costo e se arrivate nel mezzogiorno fermatevi a mangiare in qualche posticino del luogo con un quarto di quello che spendereste in ostello.

nadi - restaurant - fiji
Il nostro ristorante preferito a Nadi

Noi siamo andati a mangiare qui per ben due volte (foto sopra), si trova proprio dietro al mercato, e già che ci siete portatevi a casa un po di quei panini dolci appena sfornati.

 

BeachHouse

Il resort è molto ben curato, un pochino più costoso del Bamboo Backpackers, ma la differenza si vede.
Il mare è finalmente azzurro e cristallino, la sabbia pulita a grani grossi nasconde ogni tanto qualche bella conchiglia. In base alla luna potete trovare la bassa marea al tramonto oppure al mattino. All’orizzonte si intravede il reef e molti ragazzi con il surf che cavalcano le onde.

fiji - beach house - resort
La spiaggia di fronte al Beach House

Al Beachouse le canoe sono gratis ed è quasi un miracolo sentire questa parola alle Fiji, la colazione è inclusa nel prezzo e il the con i biscotti delle 15.30 anche! Ma per quest’ultimo bisogna mettersi la sveglia perché chi primo arriva…mangia. Non ce né mai per tutti. Però è un gesto veramente carino!

Il tramonto al Beach House

E’ un posto molto rilassante, costruito nel mezzo della fitta vegetazione, con una piscina, che personalmente non ho mai utilizzato, la zona massaggi, una piccola bancarella di souvenir, il campetto da pallavolo e la zona amache.

relax - fiji
Qui invece, oltre al ristorante del resort, c’è anche una piccola zona cucina pubblica completamente sprovvista di ogni attrezzo veramente utile, e quelle poche pentole fanno un po’ rabbrividire. Ma c’è!
Personalmente non l’abbiamo utilizzata, per soli quattro giorni non ce la siamo sentiti di comprare tutto l occorrente per far da mangiare e ci siamo affidati alla cucina del posto.

fiji - beach - resort-
La Spiaggia al mattino con la marea che si alza

I prezzi qui sono ancora più alti che nell’altro ostello, e le scelte, soprattutto per i vegetariani sono veramente poche o praticamente nulle. Per 10$ ho preso una cosa che loro chiamavano Crema di Zucca che in realtà era una mini ciotola di brodo giallino con dentro qualche cipolla e un retrogusto di zucca, fortunatamente accompagnata da qualche fetta di pane. Io qui non ho mangiato per nulla bene, le porzioni erano striminzite e il prezzo eccessivo.
Purtroppo il mercato più vicino si trova a 30 km di distanza.

fiji- escursione - forest
Claudio ed il nonno Fijiano che ci ha guidato durante l’escursione

Escursione locale

L’escursione che abbiamo fatto alle cascate con un nonno del luogo è stata molto carina e poi fa sempre piacere dare dei soldi a qualcuno del posto. Per soli 10$ avrete una simpatica guida che vi racconterà un po’ di sé, del luogo, della storia delle Fiji e vi accompagnerà a fare il bagno su per il fiume. Al ritorno incontrerete la sua famiglia e i suoi nipotini che con un paio di dollari vi faranno gustare del cocco fresco e qualche altro frutto di stagione.

fiji - children
I nipotini del nonno
coconut - fiji -
Pausa relax sotto la pianta gustando un cocco
kava - fiji -
Il nonno ci mostra una pianta di Kava
Bambini si divertono davanti alla camera
Valentina
Innamorata dell'Australia e della Thailandia. Allergica alla frutta secca. Mi piace viaggiare per lunghi periodi, con workaway o qualche lavoro a breve termine. Scrivo per ricordarmi le cose che faccio perchè ho una memoria orribile.

Leave a Response