Australia

Hahndorf – il più antico insediamento tedesco in Australia

img_2901

In una bella canzone I Ministri cantano “le mie notti sono migliori dei vostri giorni” ma ultimamente noi non possiamo dire lo stesso. La notte di ieri infatti è stata pessima, passata ad aprire e chiudere i finestrini della macchina…
La situazione era questa: coi finestrini chiusi l’atmosfera era quella di una sauna finlandese, ci mancavano solo un paio di uomini grassi e barbuti con un asciugamano bianco in vita sui sedili posteriori… quando invece aprivamo i finestrini ci ritrovavamo invasi da terribili moscerini.
Dopo un po’ di tempo speso in un forsennato apri e chiudi abbiamo ottenuto il peggio.
La macchina era fondamentalmente una sauna piena di moscerini ma quantomeno non si sono palesati i due uomini barbuti…

La mattina ce ne siamo andati da Adelaide e la giornata è stata un altra di quelle passate fondamentalmente in macchina.
Ci siamo fermati però un paio di orette in un paesino a circa 30 di Km da Adelaide; Grumpelford.
Grumpelford in realtà è Handford, ma io per tutto il giorno l’ho chimato Grumpelford ed ora per me si chiama così.

Hahndorf è una cittadina fondata nel 1839 da alcune famiglie tedesche di fede luterana scappate dalle persecuzioni religiose in Prussia, ed è il più antico insediamento tedesco d’Australia.

Appena imboccato il vialone principale è come se un tunnel spaziotemporale vi trasportasse in Germania, persino la natura è stata modificata e le piante non sono le native australiane bensì sono alberi europei… solo il caldo è tipicamente australiano.

L’atmosfera del paese è gioiosa. Così gioiosa da mettere quasi i brividi… se topolino andasse per qualche ragione in Germania finirebbe con molta probabilità in un posto come questo.
Musica bavarese nell’aria, la pasticceria di Otto, la libreria di Fritz, i clichè ci sono tutti…

img_2906

Più o meno al centro della via principale si trova una specie di osteria che propone stinchi di maiale e wusterazzi di ogni tipo e crauti a prezzi folli, il tutto infarcito dalla solita musica bavarese sparata all’impazzata. Un incubo.

Il giro è stato comunque piacevole e la Vale mi ha regalato le mozart kugel (palline di Marzapane e cioccolato) che non mangiavo da un sacco… che buone!!!

1

Claudio
Fotografo, VideoMaker e batterista fallito. Vivo in costante movimento spostandomi da un posto all’altro senza avere ancora mai trovato il mio di posto. Ho vissuto e lavorato in Australia, Nuova Zelanda, Slovacchia, Italia e Islanda.  Amo viaggiare in moto nel sud-est asiatico, il caffè con la grappa e le lunghe passeggiate in montagna.

Leave a Response