In Cambogia

Il panino che mi rubò la gioia

12696445_10207579572459675_578408184_o
Un simpatico panino al latte ricoperto da morbidosi pelucchi, tipo zucchero filato.
Buono?
Io aspetterei a dirlo perchè lo pseudo zucchero filato è al gusto di maiale.

Dai facciamo uno sforzo di immaginazione; siamo tornati bambini e siamo al luna park, che bello! Una corsa nella casa degli specchi e poi un bel giro sul brucomela!!! SEEEEEEE!!
E adesso?? Che fame!! Tutti a prendere lo zucchero filato!

Davanti al baracchino del suddetto zucchero i nostri occhi trepidanti osservano la strana donnina che ci sta preparando lo spuntino, siamo bambini e i suoi lineamenti ci colpiscono pur non sapendo nulla della Cambogia, il paese da cui lei proviene.
Insieme al tipico bastoncino colmo del filante zucchero ci viene consegnato anche un panino al latte.
Stacchiamo una bella manata di zucchero dal bastoncino e con la voracità tipica del bambino la ingurgitiamo senza pensare.
Sà di maiale.
Delusione, disgusto, tradimento, incredulità e mille altre emozioni ci colpiscono violentemente tutte assieme, senza pietà.

E ci si ritrova soli, soli con quel cazzo di panino al latte in mano.

VOTO 4       INFANTICIDA

Claudio
Fotografo, VideoMaker e batterista fallito. Vivo in costante movimento spostandomi da un posto all’altro senza avere ancora mai trovato il mio di posto. Ho vissuto e lavorato in Australia, Nuova Zelanda, Slovacchia, Italia e Islanda.  Amo viaggiare in moto nel sud-est asiatico, il caffè con la grappa e le lunghe passeggiate in montagna.

Leave a Response