Messico

La mia prima esperienza con ScambioCasa.com in Messico

Quando ho deciso di lanciarmi nello scambio casa non sapevo cosa mi stesse aspettando, quello che mi emozionava di piu era di poter entrare molto più in contatto con le persone locali di un luogo, e come si può farlo meglio se non entrando direttamente dentro la loro casa?

Scambio Casa è molto di piu di un viaggio economico, si entra nell’intimo di una persona, di una famiglia, di un luogo, si soggiorna nella casa di persone che fino a poco prima erano sconosciuti e si impara a conoscerli, a muoversi secondo i loro gusti, a provare i loro ristoranti preferiti e a utilizzare i loro consigli per essere un locale in tutto e per tutto.

Basta avere una casa per fare Scambio Casa, non importa se è di proprietà o in affitto, le persone da cui starete e che successivamente andranno a casa vostra saranno come amici.

Ma non è questo il momento di spiegarvi come funziona in tutto e per tutto lo Scambio Casa, lasciatemi ora dare sfogo alle mie emozioni e raccontarvi la mia esperienza. Sono uscita meno di 24 ore fa da quella che è stata la mia casetta messicana negli ultimi 10 giorni.

Scambio Casa in Messico

Ho conosciuto Michael e Wendy durante un pomeriggio di programmazione per il mio viaggio messicano. Ho visto le foto di questa casina così colorata, a due passi dal mare, con un giardino immerso nel verde e mi son detta perchè no, proviamo a scrivergli! La casa sembrava un po rispecchiarmi, molto simile alla mia, sia come dimensioni che colori, e se dall’altra parte c’era qualcuno come me, ne sarebbe nato sicuramente qualcosa di stupendo! E così ho scritto, ho presentato me, la mia casa e la mia città e dopo qualche giorno ho avuto una risposta positiva! Michael e Wendy volevano venire nella mia casa in Italia e io presto sarei andata nella loro. Così dopo qualche informazione e consiglio abbiamo “firmato il contratto” e presto sarei volata per i miei 10 giorni nella loro casetta delle vacanze.

Loro hanno questa casa da 10 anni ed è un mix di calore messicano con qualche comodità americana. Un mix perfetto! I quadri e le maschere appese alle pareti sono messicane, i cuscini delle poltrone anche, ho amato così tanto lo specchio del bagno che ne ho comprato uno anche io, in versione ridotta. La doccia è una vera doccia, come quelle di casa, che è raro trovare qui in Messico, il letto è queen size, cosa che io a casa mia non ho, e poi ci sono l’amaca di cotone in giardino e tutti gli attrezzi in cucina per cucinare qualsiasi cosa si voglia.

Un bel fascicolo pieno di consigli e cose da fare mi aspettava sul tavolino della casa. Tutto spiegato nei minimi particolari, come andare in spiaggia, dove trovare la lavanderia piu vicina, dove mangiare, i luoghi turistici e come raggiungerli. Anche se Michael e Wendy non erano presenti fisicamente, sono riusciti a lasciare a disposizioni dei loro ospiti ottimi consigli.

E io così ho scoperto un posto che molto probabilmente se fossi stata da sola non avrei mai pensato di visitare, Chemuyil, un villaggio a due passi dalla costa caraibica messicana. Chemuyil è davvero bello, dimostra che qualcosa si può ancora salvare anche in questo lembo di costa completamente sommersa da turisti e attrazioni a pagamento. Un posto dove la musica esce a tutto volume dalle case, i bambini giocano a piedi nudi in strada con il pallone, si può ancora mettere un tavolino davanti a casa e vendere le proprie specialità culinarie. Un posto vivo, soprattutto la sera, una realtà che ormai manca sempre piu spesso da noi, ma che una volta c’era, io me la ricordo! Chemuyil è semplice, il paese si anima principalmente la sera, quando il sole tramonta e il caldo comincia a diminuire, così i bambini riempono i parchetti, i chioschi aprono e le persone camminano per la strada. Il pomeriggio invece gli abitanti si trovano alla cenote (tra l’altro una delle poche gratuite nella zona) che si trova sulla strada sterrata tra Chemyil e Chan Chemuyil. Io ho fatto piu volte quella strada anche di notte sotto un fascio di stelle.

10 giorni sono volati, ma quello è il posto che piu mi è piaciuto di questa parte di costa caraibica da Cancun a Tulum, tanto che ho deciso di fermarmi di piu, ho trovato un lavoretto a Tulum e penso che ogni tanto farò la spola Tulum – Chemuyil per tornare a mangiare il Tamales e la Quesadillas piu buona che io abbia mai mangiato, proprio a Chemuyil.

Non vedo l’ora che Michael e Wendy vengano nella mia casa per poter completare questo scambio casa e mostrare un po della mia Italia, quella piu locale.

www.scambiocasa.com

Valentina
Innamorata dell'Australia e della Thailandia. Allergica alla frutta secca e intollerante a tante altre cose come alle persone maleducate. Mi piace viaggiare per lunghi periodi, con il volontariato o qualche lavoro a breve termine. Scrivo per ricordarmi le cose che faccio perchè ho una memoria orribile.

Leave a Response