Cambogia

Le due facce della Cambogia

IMG_4844

Quando penso alla Cambogia penso ad un paese che mi è rimasto nel cuore, che mi ha affascinato, fortemente emozionato e nel quale conto di ritornare. Allo stesso tempo però penso anche ad un paese sporco, corrotto, che mi ha fatto incazzare e che mi ha fatto venire la voglia di lasciarlo prima del tempo.

Guardandomi indietro e sfogliando tra i ricordi conservati nella mia testa ho la sensazione di essere stato in un paese con due facce ben distinte e diametralmente opposte l’una all’altra.

12928189_10207817282202270_8378196294623072547_n

 

La prima faccia della Cambogia

Una faccia è quella che ho visto attraverso i finestrini di mini van e bus che mi hanno scarrozzato lungo le rotte turistiche più battute, da Siem Reap a Phnom Pehn fino ad arrivare a Sihanoukville. La Cambogia dove si paga con il dollaro americano, una cambogia sporca, ancora disperata, dove i bambini chiedono l’elemosina, i tuk tuk driver ed i venditori sulle strade sono assillanti come non mai e dove le ragazzine si prostituiscono.

Una Cambogia che porta addosso i segni evidenti di quello che ha subito, che ha cercato solo di fregarmi e spillarmi soldi.

Una Cambogia un po’ subdola con la quale non sono riuscito ad entrare in contatto e nella quale non mi sono mai sentito a mio agio.

1546454_10202506537196964_266589281_n

La seconda faccia

L’altra faccia invece è quella che ho visto uscendo dalle piste più battute, quella dove si paga con il Riel, quella che ho vissuto sulla mia pelle senza filtri in sella ad un motorino viaggiando senza troppi punti di riferimento verso nord est.

12932954_10207817279602205_6604042311385612661_n

 

In questa Cambogia l’asfalto lascia spazio a strade dissestate e polverose di terra rossa.
In questa Cambogia nessuno mi chiede l’elemosina, nessuno mi propone un viaggio in Tuk Tuk, nessuno mi chiede nulla, in questa Cambogia sono io che ricevo, ricevo sorrisi. E’ una Cambogia rurale, contadina, secca, povera ma dignitosa e sorridente, una Cambogia che mi osserva con curiosità. Una Cambogia generosa dove mi viene offerto da bere e da mangiare, una Cambogia che mi commuove.
In questa Cambogia i bambini sono ovunque, tanti, tantissimi! Questa Cambogia è un paese giovane, abitato da uomini e donne che lavorano duramente nei campi e da bambini che corrono da tutte le parti salutandoti in continuazione, sorridenti, bellissimi.

IMG_4949

 

Una Cambogia che al calar del sole ti lascia impolverato dalla testa ai piedi, dello stesso colore della terra, stanco, puzzolente ed estremamente felice.

12961601_10207817223880812_1715575344562398084_n

12804725_10207817224640831_1601588279176633650_n

12924452_10207817226280872_8438642421761204278_n

 

Claudio
Fotografo, VideoMaker e batterista fallito. Vivo in costante movimento spostandomi da un posto all’altro senza avere ancora mai trovato il mio di posto. Ho vissuto e lavorato in Australia, Nuova Zelanda, Slovacchia, Italia e Islanda.  Amo viaggiare in moto nel sud-est asiatico, il caffè con la grappa e le lunghe passeggiate in montagna.

Leave a Response