Il villaggio di Cicmany in Slovacchia fatto di casette di legno e grechine bianche

Nella Slovacchia settentrionale, non molto distante dal confine con la Repubblica Ceca, sorge un piccolo e davvero grazioso paesino, fatto di tante casette di legno scuro con tetti spioventi e decorate con carinissime greche geometriche bianche. I disegni corrono sui muri, sui bordi delle scale e incorniciano le finestre.

Quelle finestre in cui ho cercato di spiare qua e là per saziare la mia curiosità nel scoprire se anche l’interno poteva completare il tono magico che mi regala l’esterno.

Al centro del paesino una di queste casette è un negozio/bar caldo e invitante. Una signora dietro un bancone con una grossa macchina del caffè ci accoglie con un bel sorriso e con una buona bevanda calda. Appesi ai muri di legno ci sono i souvenir del villaggio, maglioni di lana e calze belle calde riposte negli scaffale. Ci accomodiamo a un tavolo e guardando fuori dalla finestra ci immergiamo in tutta quella magia che solo un paesino del genere può regalarti.

Cicmany è un paesino di 200 abitanti situato in una bellissima zona verde tra le montagne, la strada per arrivarci è pittoresca e se si ridiscende per il tramonto si vede il sole andare giu mentre si percorre la strada per tornare verso Bratislava.

Il resto sono solo notizie che potete trovare ovunque:
  • le case piu antiche risalgono al 1200
  • un incendio nel 1921 ha distrutto gran parte del paese che è stato successivamente ricostruito
  • dichiarato nel 1977 riserva di architettura popolare
  • le decorazioni ricordano i ricami usati dagli abitanti del villaggio nei loro costumi tradizionali delle feste
  • per raggiungere Cicmany ci vogliono due ore di macchina da Bratislava

Be Sociable, Share!

Related posts:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *