Thailandia

Visa Run – Dalla Thailandia al Myanmar

Visa Run

Quest’anno (2016) stranamente fare il Visa Run sembrava un mezzo casino. A Bangkok quasi nessuna agenzia proponeva più pacchetti per il rinnovo del visto. Molti dicevano che dipendeva tutto dal poliziotto di turno in frontiera, per altri era ormai impossibile e bisognava prendere un aereo o soggiornare in un altro paese per più giorni. La maggior parte non credeva neanche che io fossi riuscita a venire in Thailandia con un biglietto di sola andata (cosa che faccio da cinque anni a questa parte)… Quindi alla fine tra una cazzata e l’altra, tra parole dette al vento di saccenti impertinenti, io il visa run l’ho fatto. A Ranong. Tiè!

IMG_8835
Arrivando da Koh Phayam, uscendo dal porto, basta attraversare la strada per raggiungere il Saphan Phalar Jetty, ma anche se non arrivate da Koh Phayam, basta dire la parola Visa Myanmar che tutti sapranno dove indirizzarvi.
Entrando al porto sulla destra ci sono i piccoli uffici dell’immigrazione. Un omone vedendoci arrivare si è subito assicurato di sapere se avessimo con noi le due fotocopie del passaporto, in caso contrario avrebbe potuto farle lui per pochi bath. Poi è iniziata la contrattazione per il viaggio in barca. Loro partono da 300 bath, ma la tariffa reale è 100 bath andata e ritorno. Poi finalmente ci si mette in coda per il timbro d’uscita.

IMG_8855
Ho effettuato il Visa Run il 20 gennaio 2016, con le nuove regole dell’anno. E’ possibile che oltre al passaporto possano chiedere di mostrare 20000 bath se si è viaggiatore singolo o 40000 se si è una famiglia.
A me personalmente non è stato chiesto niente. Ai miei amici neanche. Ho ricevuto il mio bel timbro sul passaporto e sono salita sulla barchetta che mi porterà in terra birmana.

IMG_8836
Il viaggio dura una ventina di minuti e a metà strada si trova una piccola piattaforma dove fanno un primo controllo di passaporti. Non abbiamo dovuto neppure scendere dalla barca perchè il barcaiolo ha raccolto tutti i nostri passaporti e dopo aver legato la barca al palo del piccolo molo, li ha portarti all’ufficio.

IMG_8840
Sbarchiamo a Kawthaung, la cittadina di frontiera in Myanmar. Bisogna essere muniti di 10 dollari per fare il visto, ma non 10 dollari qualunque. Devono essere nuovi di pacca, nessuna usura, nessun taglietto, altrimenti potrebbero fare storie. Io li ho portati fin li dentro un libro. Li ho presi a Ranong, da Pon’s Place al costo di 400 bath. Si possono cambiare in qualsiasi banca al prezzo di cambio. I miei amici invece li hanno cambiati li in frontiera birmana, appena uscendo dal porto sulla destra, la strada che costeggia il mare e dove si trova anche la via di un piccolo mercato di frutta. Hanno cambiato 500 bath per 10 nuovissimi dollari.
Prima di passare nuovamente all’ufficio immigrazione per il timbro di entrata e uscita è possibile fare un giro per la cittadina, la barca ci avrebbe aspettato per una ventina di minuti, giusto il tempo di comprare qualche avocado, che in Thailandia non si trova spesso e qualche altra chicca birmana.

IMG_8842
All’ufficio immigrazione la procedura è velocissima. Si consegna il passaporto e la fotocopia del passaporto, ci si mette in posa per la foto, si consegnano i 10 dollari e il timbro è fatto! Altri 30 giorni di Thailandia!
La barchetta dopo aver controllato che tutti siano a bordo riparte.
Niente di più facile!

IMG_8839

Per ricapitolare_ cosa serve per il visa run:
-10 dollari nuovi e perfetti
-2 fotocopie del passaporto
-20000 bath a testa o 40000 se siete una famiglia
-100 bath per la barca

Valentina
Innamorata dell'Australia e della Thailandia. Allergica alla frutta secca. Mi piace viaggiare per lunghi periodi, con workaway o qualche lavoro a breve termine. Scrivo per ricordarmi le cose che faccio perchè ho una memoria orribile.

2 commenti

  1. Ciao grazie per l’articolo, sai se ad oggi, febbraio 2018, è possibile effettuare la solita procedura per il rinnovo del visto?

Leave a Response