Stile di Vita

Workaway – Come contattare un Host

Viaggiare con Workaway

Volete viaggiare con Workaway e non sapete come contattare un host? E’ del tutto normale. Provate a mandare dei messaggi e ricevete poche risposte? Anche questo è abbastanza normale. Provate a immaginare quante richieste possono ricevere gli annunci più interessanti nelle località più turistiche. Non bisogna però abbattersi, ma magari perfezionare il vostro biglietto da visita cercando di inviare il primo messaggio nel miglior modo possibile.

Non esiste una regola fondamentale per contattare un Host, a volte ho scritto un messaggio più lungo, altre volte cortissimo, altre volte mi sono presentata peggio che in altre e ho ricevuto risposta, quindi bisogna un po sperimentare, ma soprattutto capire a chi ci si sta rivolgendo. Ci sono però un paio di regole basiche che secondo me è meglio adottare per fare una bella figura e risultare simpatici e interessanti.

1 Leggere l’annuncio

La maggior parte delle persone tende a scrivere una mail unica da inviare a tutti gli annunci presenti nelle prime pagine o visibili nei luoghi di interesse senza minimamente dare un occhiata alla descrizione dell’annuncio, magari leggendone solo il titolo. E’ sicuramente la soluzione più facile per sprecare meno tempo e avere più possibilità di scelta, ma è anche la più corretta? Siete sicuri che la vostra mail possa davvero andare bene per tutti? Ho alcuni dubbi a riguardo. Mi è capitato di ricevere mail da workawayer e capire immediatamente che non avevano la minima idea di chi io fossi e di cosa sarebbero venuti a fare. Questo porta l’host più gentile a rispondere con un “No grazie, siamo pieni” anche se molto probabilmente è una bugia a fin di bene, o non rispondere del tutto e lasciare il workawayer senza una risposta. Quindi io consiglio di dare almeno un’occhiata all’annuncio, controllare che il calendario dell’host sia verde nel periodo in cui viaggerete e modificare la vostra mail in base a quello di cui l’host a bisogno e di cui vi sentite potreste dargli una mano.

2. Presentatevi

Iniziate il messaggio con almeno un saluto, nella lingua che piu vi piace, meglio se è quella del paese in cui state andando, ma anche semplicemente Hi può andare benissimo. Sembra una stupidata, ma molti non lo fanno. Di seguito scrivete chi siete, se volete cosa state facendo e in che parte del mondo siete o  da dove arrivate.

3. Non scrivete un tema

Come voi non avete tempo di leggere le informazioni dell’host, magari anche l’host non ha tempo di leggere tutta la vostra vita, morte e miracoli. Scrivete un messaggio non troppo lungo, in cui spiegate a grandi linee chi siete, cosa volete fare e in cosa potete essere utili all’host, senza dilungarvi troppo. Se l’host sarà interessato a voi e a quello che gli proponete sarà lui che verrà a leggere il vostro profilo incuriosito dal vostro messaggio.

4. Curate il vostro profilo

Non è prettamente necessario, ma avere un bel profilo completo è sicuramente un buon modo per avere più risposte positive da parte degli host. Non c’è bisogno di scrivere una descrizione troppo lunga, ma è importante che fate capire chi siete, cosa avete fatto nella vita, che cosa siete in grado di fare, come potete aiutare, cosa vi aspettate. Insomma, una descrizioni che accompagni la vostra foto profilo e vi faccia risultare interessanti, o almeno simpatici! Come voi vorreste capire da chi state andando, anche l’host vorrebbe sapere chi sta per ospitare.

5. Inserite una bella foto del profilo

Possiamo sicuramente dire che una foto profilo in cui siete belli e sorridenti è meglio di una foto in stile fototessera in cui sembrate appena stati presi in un operazione antidroga tra le piantagioni colombiane. Anche se il vostro  messaggio è il più interessante che l’host abbia mai ricevuto, probabilmente guardando la vostra foto profilo penserà di aver preso un abbaglio.

6. Cercate di capire a chi vi state rivolgendo

E comportatevi di conseguenza! Come nella vita reale non tutti gli incontri sono uguali e non tutte le persone hanno lo stesso senso dell’umorismo.

Cosa NON scrivere a un Host su Workaway

Durante la mia esperienza da host in Slovacchia e in Italia, ho avuto la (s)fortuna di ricevere diversi messaggi da workawayers che evidentemente non avevano fatto del loro primo messaggio un gran biglietto da visita. Ve ne riporto qualcuno.

 

have a lots of skills
is could helping you with you

A parte l’orribile inglese, di cui poco mi interessa, visto che anche il mio inglese non è fantastico e si viaggia anche per migliorarlo e workaway è di ottimo aiuto in questo, nel messaggio non mi stai dicendo niente. Non mi hai salutato, non mi stai dicendo chi sei, cosa vuoi, che skills hai, perchè vorresti aiutarmi. Io non so niente di te e tu non mi stai aiutando. Io, da host, perchè dovrei prendere proprio te??? In piu la foto profilo, che vi risparmio, sembrava proprio quella di un serial killer, quindi facendo 1+1 e senza perdere tempo non sono neanche andata a leggere il suo profilo. Se l’è giocata male.

 

 

Why in you ? Because can speak English, learning Spanish, which makes me an excellent communicator. Moreover, I am very helpful and friendly.

Calcolando che stava applicando in Italia, siamo sicuri che sapeva dove stava andando?? Nell’altra parte del messaggio raccontava che stava venendo in Europa per un periodo di 3 mesi, quello che posso immaginare è che abbia mandato lo stesso messaggio a tutti, magari un po in Spagna, un po in Italia, un po in Inghilterra, chi lo sà, non calcolando che in Europa non si parla solo inglese e spagnolo. O forse davvero pensava che noi parlavamo spagnolo? Non saprei.

 

 

Hi, do you still need assistance? Thanks,
Steven

Questo messaggio mi ha fatto ridere un sacco ed è stato per qualche giorno la battuta della settimana. Assistenza? E per cosa? Neanche avessi chiamato la Vodafone e avessi richiesto di parlare con il servizio clienti. Non sono neanche un anziana che ha bisogno di assistenza, di un badante, di qualcuno che mi aiuti a fare le faccende di casa perchè cammino col bastone, non sono malata e non sono disabile. No Steven, mi sa che hai proprio sbagliato sta volta.

 

 

Hi I’m Chloe! I would love to apply for your position for work exchange in your hostel. I am from Australia and I have a lot of experience with hotel work and hospitality as I live in quite a tourist area myself. I would be available August 18th which is when I complete my traveling as such and do some work exchange. Take a look at my profile and tell me what you think. I’m great with people, make friends easily and am really eager to meet new people. Hope to hear from you soon

Il messaggio è anche carino di per sè, se non fosse per il fatto che non sono un ostello e il mio calendario è chiuso ad agosto. Questo mi fa capire che la ragazza in questione oltre a non aver letto la descrizione dell’annuncio, non aver dato un occhiata al mio calendario, non ha neanche letto il titolo! E quando mi scrive che posso andare a vedere il suo annuncio, mi chiedo perchè? Perchè io dovrei andare a leggere il suo annuncio quando lei non ha neanche letto il titolo del mio?

 

 

Привет, Валентина !
Готова помочь. )

Dici a me? …. Se proprio non sapete la lingua del paese in cui andate, io proporrei di scrivere almeno in inglese. Se non sapete l’inglese potete sempre usare il traduttore su google! Questo vale sia per i messaggi che mandate all’host, sia per quanto riguarda la descrizione del vostro profilo. Un profilo scritto in inglese potrà essere letto da chiunque, un profilo scritto in italiano va bene solo se decidete di viaggiare in Italia.

 

 

Avete scritto un bel messaggio, ma non avete ricevuto risposta?

Purtroppo succede, come ho già detto, a volte le richieste sono tante e alcuni host non hanno il tempo di rispondere a tutti o rispondono solo quando hanno bisogno. Questo succede principalmente se cercate dei workaway in località troppo turistiche, o se cercate di andare a fare un esperienza in un ostello o magari in un bellissimo ranch in un posto da favola. In alcuni di questi casi l’host preferisce workaway che siano già sul posto e che possano arrivare in un paio di giorni.

 

Hey, l’avete letto il post 10 CONSIGLI SU COME AVERE UN ESPERIENZA WORKAWAY FANTASTICA??

Valentina
Innamorata dell'Australia e della Thailandia. Allergica alla frutta secca. Mi piace viaggiare per lunghi periodi, con workaway o qualche lavoro a breve termine. Scrivo per ricordarmi le cose che faccio perchè ho una memoria orribile.

Leave a Response