Norvegia

15 curiosità che forse non sapevi sulla Norvegia

Panorama isole lofoten norvegia casette rosse

1. Il Vorspel è l’appuntamento che si danno a casa i giovani durante il weekend. Portano con loro la scorta alcolica comprata al Vinmonopolet che con la sua V nera in stampatello è la rivendita nazionale di alcolici presente in ogni città. Gli alcolici venduti nei locali hanno prezzi elevati. Una birra si aggira sugli 8 euro, mentre i cocktail possono arrivare fino ai 15 euro. Ecco perchè i giovani norvegiani escono tardi la sera, dopo aver consumato tutte le scorte durante il Vorspiel.

2. In Norvegia l’aperitivo con gli amici o la birra con i colleghi dopo il lavoro non esiste. Si pranza alle 11 e si cena alle 18. Dalle 20 in poi i pub sono affollati durante il fine settimana. Nei supermercati è consentita la vendita di birre in lattina fino alle 18 in settimana e fino alle 16 il sabato. Anche il Vinmonopolet chiude alle 15 durante il sabato.

3. Il limite alcolico per mettersi alla guida è pressochè nullo: 0,02. Superarlo significa la sospensione della patente per 1 anno e una muta bella salata. In caso venga superato di  molto è prevista anche la detenzione per un periodo di tempo che varia da tre settimane a un anno. Quindi occhio!

4. Nel 1993 la Norvegia è stata il secondo paese al mondo a riconoscere e registrare le unioni tra partner dello stesso sesso. Nel 2009 il Parlamento norvegese ha introdotto il matrimonio civile per le coppie omosessuali. nel 2016 la chiesa luterana ha approvato la proposta di celebrarne i matrimoni.

5. La Hytta è la casa delle vacanze tra le montagne o lungo la costa atlantica. Qui i norvegesi vengono a trascorrere le vacanze di Natale, Pasqua o i weekend primaverili. Una volta erano casette semplici, a volte con il bagno esterno. Al giorno d’oggi i norvegesi sono mediamente piu pigri che in passato e quindi preferiscono avere una Hytta di lusso con tutti i comfort, sauna, idromassaggio e cucina moderna.

Hytta nord norvegia varanger penisola
Una classica Hytta nell’estremo nord della Norvegia. La foto è stata scattata per la precisione nella penisola del Varanger.

6. Uno dei piatti tipici di Natale è il lutefisk: merluzzo essiccato, immerso in acqua fredda cambiata ogni giorno per una settimana, poi passato in una soluzione composta da acqua e liscivia per due giorni. In questo modo il pesce perde proteine e grassi (circa il 50%). Il pesce viene poi coperto da uno strato di sale. Un piatto poco grasso che si serve accompagnato con patate, purè di cavolo con panna e pancetta abbrustolita.

7. Oltre al lutefisk ci sono altri grandi classici piatti di Natale come il juleribbe (pancetta di maiale al forno), pinnekjott (costine di pecora o montone conservate sotto sale), julepolse (wurstel cotti al forno, avvolti nel lardo). Si brinda con l’aquavit, il liquore di patate aromatizzato con semi di anice, aneto, finocchio o coriandolo. I peperkaker, alto grande classico, sono i biscotti al pan di zenzero più popolari.

8. In Norvegia si dice: “Non esistono brutte giornate, solo vestiti bagnati”. Soprattutto a Oslo e nelle zone interne del Paese, l’inverno è freddo. L’ungo le coste coste atlantiche è anche piovoso. E’ importante vestirsi con la formula magica del CLC: cotone – lana – cotone. La giacca invernale deve essere molto calda, chiusa sul collo, con un ampio cappuccio e in goretex.

9. La dieta nordica ha dichiarato guerra a due ingredienti che per noi italiani sono basici: il sale e la farina bianca. Il pane esiste solo quello integrale. Si contraddicono poi mangiando caramelle alla liquirizia salata e wurstel arrotolati nel bacon, grassissimi e salatissimi.

10. In Norvegia si parlano 3 lingue principali: bokmal, nynorsk e sami. Quest’ultima è la lingua ufficiale della minoranza etnica che popola il Nord del paese. Oggetto di un programma di tutela e conservazione messo in atto dal governo norvegese. Tutti i documenti ufficiali sono redatti anche in sami, la lingua viene insegnata nelle scuole frequentate dai sami, vengono pubblicate riviste e trasmessi programmi in questa lingua.

Merluzzi su essicatoio isole Lofoten Norvegia
Merluzzi appesi ad essiccare. Foto scattata in estate alle Isole Lofoten.

11. La Norvegia non fa parte dell’Unione Europea. La scoperta dell’oro nero, pochi anni prima del referendum rendeva l’ingresso in Europa totalmente inutile. Il Paese ha però aderito al trattato Schengen e i cittadini europei hanno diritto di ingresso e residenza in Norvegia senza registrazioni per un periodo massimo di 3 mesi.

12. Tra l’11 aprile e il 17 maggio,  giorno di festa nazionale, non si può non notare per le strade norvegesi, i Russ. Giovani ragazzi dell’ultimo anno delle superiori che celebrano l’imminente arrivo degli esami e l’ingresso nell’età adulta vestendo in modo strano, dimenticando limiti e regole e spesso attrezzati con minivan o vecchi furgoni. Nel 2015 un gruppo di russ ha commesso un orribile bravata, finendo sulle prime pagine dei giornali e guadagnandosi la disapprovazione di tutto il Paese. Sono riusciti a entrare di nascosto nello zoo di Alesund e hanno rubato dei cuccioli di pinguino che, purtroppo, non sono sopravvissuti al distacco dalla madre.

13. Se pensate di visitare la Norvegia durante l’estate, la Wideroe, compagnia aerea norvegese, propone un biglietto in promozione a prezzo fisso che permette di volare in tutto il paese prendendo più aerei.

14. Le automobili pagano un pedaggio ogni volta che accedono ad un’aera urbana. Non ci si fa caso, perchè non ci sono nè cartelli nè caselli con sbarre. Le multe verranno poi recapitate al domicilio, una per ogni volta che si è varcata la soglia

15. La Norvegia si rivela uno dei Paesi piu convinti nella difesa della domenica come giorno di riposo. La maggior parte delle serrande rimangono abbassate, tranne alcune eccezioni. Bunnpris nelle grandi città sono aperti anche il sabato notte fino alle 3. Non sembrano badare alla domenica neppure i 7eleven, Narvesen e Deli De Luca. I take away di sushi, cibo thai, indiano, turco, non chiudono quasi mai. La farmacia del pronto soccorso è aperta sette giorni su sette. Il fiorista è sempre aperto.

Gatto affacciato alla finestra in norvergia animale da compagnia
I gatti sono animali di compagnia molto apprezzati dai norvegesi, perfetti amici durante i bui mesi invernali. E’ comune vederli affacciati alle finestre intenti a guardare fuori.

Tutte queste curiosità sulla Norvegia sono state prese dal libro di Camilla Bonetti, Dalla A alla Å. Norvegia: istruzioni per l’uso. Un libro che ho letto tutto d’un fiato, scritto da chi in Norvegia ci ha lasciato il cuore. Scritto per chi dovrà intraprendere una breve o più intensa avventura in un Paese che è tutto da scoprire. Un libro che porta a un tipo di realtà che una guida turistica non farà mai.

Valentina
Innamorata dell'Australia, della Thailandia e del Canada. Allergica alla frutta secca. Amo i viaggi zaino in spalla, quando viaggio sola mi sposto con Workaway o cerco qualche lavoro a breve termine. Sono Travel Coordinator con Weroad. Scrivo per ricordarmi le cose che faccio perchè ho una memoria orribile!

Leave a Response