Allergie Alimentari

8 consigli su come prendere l’aereo con un’allergia alla frutta secca

Hai paura a prendere un aereo per via della tua allergia alimentare? Stai per fare un viaggio e sei allergico alla frutta secca?

Ecco 8 consigli che vi potrebbero tornare utili (alcuni consigli potrebbero andare bene anche per qualsiasi tipo di allergia!) se state per partire per un bellissimo viaggio.

Organizzatevi per bene, ma lasciate a casa tutte le paure, le ansie e le preoccupazioni. Viaggiare con le allergie alimentari è piu facile di quello che può sembrare.

Unisciti anche tu al gruppo Facebook “Viaggiare con le allergie alimentari

8 consigli su come prendere l’aereo con un’allergia alla frutta secca

1) Controllare di avere tutte le medicine che possono servire. Nel caso dell’allergia alla frutta secca non deve mai mancare l’Epi-Pen, il cortisone e l’antistaminico. Epi-Pen ci tengo a ricordarlo, viene concessa dal servizio sanitario italiano gratuitamente e sostituita a ogni scadenza. Le medicine vanno portate con sè sull’aereo.

2) Informare l’allergologo dell’imminente viaggio, potrebbe fornire consigli utili sul Pese che visiterai. E’ importante farsi scrivere una lettera in inglese nella quale il medico spiega che siamo soggetti allergici e che dobbiamo portare con noi sull’aereo le nostre importantissime medicine. Per me non è mai stato un problema passare i controlli di sicurezza con la mia Epi-Pen e le altre medicine, ma è sempre meglio avere una dichiarazione firmata.

3) Controllare, prima di stipularla, che la nostra assicurazione sanitaria possa coprire la nostra allergia alimentare. Nel caso avessimo bisogno di essere ricoverati in ospedale e importante che la nostra assicurazione possa coprire tutti gli eventuali costi.

4) Quando si prenota un volo sarebbe utile controllare la politica della compagnia aerea sulle allergie. Alcune compagnie si tengono al passo coi tempi e siccome noi allergici stiamo aumentando di anno in anno è possibile che comunicando l’allergia con un certo anticipo ed entualmente anche al personale di bordo, possano sospendere per quel volo la vendita di prodotti con frutta secca. Questo però non significa che nei voli precedenti non ne abbiano servite, è difficile trovare una compagnia aerea che garantisce un ambiente privo di noccioline. A volte però permettono al soggetto allergico di poter salire sull’aereo prima di tutti per permettergli di pulire il proprio posto da eventuali residui di noccioline lasciate dal passeggero che era seduto in quel posto nel viaggio precedente. Provare a chiedere non costa niente!

5) Se una compagnia aerea serve frutta secca, è possibile richiedere un pasto “nut free”. Specialmente se le ore di volo sono tante. Di solito viene chiesto di specificarlo mentre si compra il volo, altrimenti è buona norma comunicarlo almeno 48 ore prima della partenza. Alcune compagnie aeree soddisfano la richiesta, altre no. Nel caso non fosse possibile, si può richiedere di essere informati sugli ingredienti dei pasti serviti e questo aiuterà almento a pianificare se scegliere un pasto tra quelli indicati o portare il proprio cibo da casa.

6) Nel caso non fosse possibile avere un pasto senza frutta secca o senza alcuna possibilità di contaminazione, io consiglio vivamente di portarsi il proprio cibo da casa. Farsi alcuni panini, come se si partisse per una gita in montagna, qualche pacchetto di patatine, dei biscotti o dei crakers, oppure comprare qualcosa direttamente in aeroporto. A volte non vale la pena correre dei rischi e mangiare il cibo che ci viene servito dalla compagnia aerea. Ricordatevi che solo un morso sbagliato può mandarci in anafilassi!

7) Quando si arriva allo sportello per imbarcare il bagaglio avvisare sempre l’assistente di terra di essere un soggetto allergico. Lo comunicherà agli assistenti di volo che dovrebbero fare di tutto per farvi sentire a vostro agio. Nel caso non aveste nessun bagaglio da imbarcare, comunicatelo direttamente al gate prima di imbarcarvi sull’aereo!

8) Gli aerei che effettuano brevi tratte vengono di solito puliti ogni giorno a fine giornata. Questo vuol dire che prendere un aereo al mattino sarà sicuramente più sicuro che prenderlo alla sera. Gli altri passeggeri che hanno preso l’aereo prima di voi possono aver degustato sacchettini di noccioline e arachidi e porbabilmente il vostro sedile e la tasca davanti potrebbe essere contaminato.

Spero che questi 8 consigli su come prepararsi a prendere un aereo con un’allergia alla frutta secca ti siano stati utili. Se si viaggia raramente le prime volte può essere spaventoso e un po ansioso prendere l’aereo. A volte ho pensato che se mai dovesse venirmi uno shock anafilattico in volo sarebbe davvero un esperienza traumatica. Però se ci si organizza bene è quasi impossibile che questo succeda. Ho preso davvero tantissimi aerei in questi 6 anni di viaggi e non mi è mai successo niente. Quindi per me oramai è del tutto normale, so come come comportarmi e ora lo sapete anche voi! Forse sarà sempre un po stressante, ma sono sicura che se tenete a mente questi piccoli consigli tutto andrà bene!

BUON VIAGGIO!

Valentina
Innamorata dell'Australia e della Thailandia. Allergica alla frutta secca. Mi piace viaggiare per lunghi periodi, con workaway o qualche lavoro a breve termine. Scrivo per ricordarmi le cose che faccio perchè ho una memoria orribile.

Leave a Response