Australia

Broome – Tra aquile e cammelli

Arrivare a Broome

La strada in lontananza non è nitida, il calore sale dal terreno e la rende distorta e onduosa. In fondo si intravede una massa informe, scura. Aviccinandoci sempre piu, comincia a prendere una forma piu conosciuta. Sul bordo della strada c’è un grosso canguro morto, uno dei tanti, e sopra di lui un aquila gigante affonda il suo affilato becco nella carne. La macchina passa a tutta velocità, troppa forse, abbastanza per non riuscire a prendere la reflex in fretta e scattare una di quelle foto da National Geographic, perchè l acquila rimane li, mentre passi con il finestrino tutto giu, lei ti guarda e in quel millesimo di secondo sei con lei faccia a faccia a mezzo metro di distanza. Freni veloce, torni indietro, ma lei apre le sue grandissime ali e vola via verso l albero piu vicino, aspettando che ti levi di torno per continuare a gustare in tutta tranquillità il suo pranzo.

Un’aquila a bordo strada intenta a banchettare con un canguro morto

 

Ecco, le aquile e i rapaci in generale sono la prima cosa che noti quando arrivi a Broome. E non puoi non farci caso, volano sopra la tua testa di continuo, fanno giri su giri e poi cadono in picchiata sulla loro preda. Sono bellissime, e trovo che sia veramente una cosa incredibile trovarne cosi tante sopra una città, anche se piccola.

Broome

Prima tappa come sempre il supermercato! Mentre scendiamo dalla macchina un rumore sempre piu forte ci entra nelle orecchie come quando un aereo sta per atterrarti in testa…
Quasi vedo il pilota farmi ciao ciao con la manina.
Giusto il tempo di dire un.. “Ma sta precipitando?”, bocche aperte e sguardi indecifrabili, e l’aereo che vola sopra la nostra testa atterra proprio dietro di noi.
L aereoporto è nel bel mezzo della cittadina.
Cioè, un infarto!

Ci manca solo un bel coccodrillo in campeggio e abbiamo fatto tripletta. Ma purtroppo per noi, nulla, non ne abbiamo visto neanche uno piccolissimo. Abbiamo guardato il mare per parecchio, ci siamo anche appollaiati per un ora su una duna a ridosso di Cable Beach, abbiamo visto passare mandrie di cammelli per la passeggiata turistica al tramonto.

La Vale e i cammelli

 

Il tramonto a Cable Beach

Un bel tramonto, ci saranno stati un centinaio di jeep, tutti ad aspettare l’ora X, con le loro sedioline in direzione sole, come se stessero per vedere la fine di un bellissimo film, alcuni con bbq annesso, altri con solo qualche birra in mano. Dicono sia una delle spiaggie piu belle del mondo, e si, non è niente male, lunghissima e decisamente larga verso la fine della giornata, quando la marea si abbassa, il colore del mare è piu azzurro del cielo. Ti invoglia proprio a fare un bel bagno… Se non fosse che l acqua è congelata e fuori il vento è freddo! Ti dicono che è il momento migliore per viaggiare nel nord Australia, ma non ti dicono di comprarti una muta!! Si, fantastico, tutto bellissimo, ma io il bagno lo faccio un altra volta…

 

Cable beach fotografata dall’alto delle dune alle sue spalle

I gruppi di cammelli sono pronti per la camminata al tramonto ed è un momento molto suggestivo, ci piazziamo in cima a una duna e aspettiamo il calare del sole. Molti sono gli australiani che con i loro 4X4 arrivano sulla spiaggia, piazzano le loro sedioline e aspettano il tramonto con una bistecca sul fuoco del bbq e un bel bicchiere di vino in mano.

Una famiglia australiana piazzata con sedioline e tavolini si gode il tramonto

La serata a Broome e la Staircase to the moon

La sera abbiamo optato per assistere a una tipica gara di paguri che fanno in un locale del centro, e il paguro che avevo mentalmente scelto ha anche vinto!
Proprio in quei giorni andava in scena lo spettacolo della “Staircase to the moon” che si presenta a Broome ogni mese, quando la luna è piena. Sale luminosa dal fondo del mare e crea questo “effetto scala” verso la luna che solo qui si può vedere.
Ma la cosa più strana è che, anche con tutta la buona volontà, non riesco a capire come fa a salire da li… A Exmouth la luna era alta nel cielo già alle 11 del mattino, si intravedeva bianca pallida nel cielo blu, mentre ora a soli 1400 km e una settimana più avanti la si vede salire lentamente dal mare alle 7 di sera.
Sarò tarda…ma per me tutto questo non ha una logica… O forse questa è una di quelle cose di cui non bisogna porsi molte domande. C’è ed è una figata!

Procuratevi un cavalletto, (che ovviamente noi non avevamo e nessuna foto è venuta a fuoco) e appostatevi un po prima sugli scogli. Noi siamo capitati nel momento dell’anno in cui la luna è un pallone gigantesco, e ne siamo rimasti folgorati!

Domani si riparte, destinazione Kununurra. Siamo andati a farci fare un preventivo per affittare un 4X4 per 5 giorni, perchè tutte le parti piu belle del Kimberly sono inaccessibili per i poveri tapini come noi che hanno un normalissimo van. 2300 $ è il prezzo che ci hanno sparato.

Per sollevarci il morale siamo andati a fare shopping. Ora abbiamo in piu una macchina telecomandata e un pigiama peloso zebrato comprensivo di coda e cappuccio con occhi e criniera.
Perche siamo persone intelligienti, noi!
Claudio sulla spiaggia si Cable beach
Cable beach cambia forma e dimensione con l’alzarsi e l’abbassarsi della marea
Valentina
Innamorata dell'Australia, della Thailandia e del Canada. Allergica alla frutta secca. Amo i viaggi zaino in spalla, quando viaggio sola mi sposto con Workaway o cerco qualche lavoro a breve termine. Sono Travel Coordinator con Weroad. Scrivo per ricordarmi le cose che faccio perchè ho una memoria orribile!

Leave a Response