Stile di Vita

Ho ricevuto il rimborso da World Nomads, la mia assicurazione di viaggio

Chiedere un rimborso all’assicurazione di viaggio è sempre un terno al lotto, non sai mai se verrai rimborsato oppure no. Io viaggio da diversi anni con World Nomads, perfetta per chi fa viaggi lunghi come me, perchè posso stipularla mentre sono già in viaggio o allungarla se decido di stare in giro un po di più. Inoltre copre tantissime cose, come gli sport estremi, il lavoro o il volontariato. Non ho però mai davvero avuto grandi problemi durante i miei spostamenti all’estero negli ultimi 6 anni di viaggi e quindi, fortunatamente, non ho mai dovuto chiedere un rimborso…fino a qualche mese fa.

I primi anni partivo addirittura senza stipulare nessuna assicurazione e se solo ci ripenso adesso mi darei della stupida, perchè ho rischiato un sacco di volte di dover tirar fuori davvero tanti soldi. Non sai mai cosa può succedere e anche se stai attento basta un attimo, un cane randagio ti morde mentre cammini, magari sei su un isola semi-deserta senza ospedale e devi prendere una barca in fretta e furia per raggiungere l’ospedale sulla terraferma. Solo la barca ti costa 300 euro e la clinica internazionale costa anche quella… e chi paga?
Questa che vi ho raccontato non è una storia frutto della mia immaginazione, ma un’avventura vera, successa a due miei amici, che fortunatamente erano assicurati e sono stati completamente rimborsati. A me per fortuna è capitato qualcosa di meno peggio, ora ve lo racconto.

World Nomads Logo

Durante un viaggio in USA mi sono ritrovata a Seattle a costruire un pavimento in legno nel sottotetto di una casa. Il lavoro mi piaceva tantissimo e vedere che stava venendo davvero bene mi rendeva soddisfatta. Tagliavo assi di legno e le inchiodavo alle travi, ma non c’erano finestre ne spiragli per fare uscire tutta la polvere e la segatura che creavo a ogni taglio quindi già alla fine del primo giorno i miei occhi ne risentivano e, dopo il quarto, avevo una bella congiuntivite molto fastidiosa che non accennava a passare. Il lavoro l’ho finito, ma i miei occhi chiedevano pietà. Da Seattle sono andata a San Francisco e da San Francisco a Lake Thaoe al confine con il Nevada, ma i miei occhi sempre peggio, pungevano ed erano rossi. Anche dopo aver provato un collirio comprato in farmacia non ho avuto nessun miglioramento e dopo 3 settimane di congiuntivite sono andata a fare una visita medica.

Stupidamente non ho chiamato il numero verde di World Nomads (+353 21 237 8008 oppure +353 21 237 8003) per avvisare e chiedere il consiglio di un esperto, ma sono andata direttamente in una clinica privata e dopo poco ero sdraiata su un lettino con un medico che mi visitava. Mi ha prescritto delle gocce e sono uscita, 5 minuti di visita: 250$. In farmacia le gocce mi sarebbero costate 44$ se le avessero avute, invece ne ho potute comprare solo la metà di quelle prescritte (e per fortuna sono bastate) quindi ho pagato 22$. La sanità funziona proprio in uno strano modo in america, non sei tu che vai a portare la ricetta in farmacia, ma è il medico che manda la ricetta nella farmacia da te richiesta.

Sinceramente non pensavo che avrei ricevuto un rimborso da World Nomads per una “banale” congiuntivite, senza neanche averli prima avvisati e con l’aggravante di essere andata in una clinica privata senza il loro consenso.

Quando sono tornata dal viaggio ho chiesto il rimborso. Ci ho messo un paio di giorni perchè non ero preparata alle loro richieste e ho dovuto trovare tutti i documenti e scannerizzarli. La ricevuta della clinica era in pessime condizioni come potete notare nella foto sotto.

Il foglio stropicciato e scarabocchiato che indica la spesa della visita medica effettuata negli Stati Uniti.

Alla fine dopo un paio di settimane ho ricevuto il rimborso sia della visita medica che delle gocce oculari prese in farmacia. Ovviamente si sono tenuti la franchigia di 70 euro, ma questo era chiaro negli accordi fin da subito e in ogni caso una franchigia è sempre presente nelle assicurazioni.

E’ bello sapere che richiedere il rimborso è piu facile di quello che si pensi e sicuramente questa è un’ulteriore conferma dell’ottimo servizio svolto da World Nomads, assicurazione che mi accompagna da sempre durante i mie viaggi e che continuerò ad usare!

Puoi utilizzare il modulo qui sotto per avere un preventivo e acquistare la polizza di viaggio più giusta per te (o semplicemente clicca QUI per andare direttamente al sito web di World Nomads)

Valentina
Innamorata dell'Australia e della Thailandia. Allergica alla frutta secca. Mi piace viaggiare per lunghi periodi, con workaway o qualche lavoro a breve termine. Scrivo per ricordarmi le cose che faccio perchè ho una memoria orribile.

Leave a Response