FotografiaSpagna

Le cicogne dell’Estremadura, Spagna – Viaggio fotografico

L’area della Spagna che prende il nome di Estremadura, è una delle zone meno turistiche e meno considerate della penisola iberica, pur essendo, di fatto, una delle regioni più affascinanti di Spagna. 

E’ una terra estremamente viva dove la fauna abbonda, e abbonda così tanto da abitare non solo le campagne caratterizzate dalla Dehesa, che occupano la maggior parte del territorio, ma anche i centri abitati.

Tra le tante specie che vivono e nidificano in questa zona le cicogne dell’Estremadura sono le prime che abbiamo incontrato durante il nostro viaggio, e anche quelle che assieme agli avvoltoi si fanno maggiormente notare, sia per via delle loro dimensioni importanti che per il loro numero.

Nidi di cicogne in città Torrejón el Rubio
Nidi di cicogne su una grossa struttura nei pressi di Torrejón el Rubio

Le cicogne sono uccelli di grandi dimensioni, con un apertura alare che negli esemplari più grossi può raggiungere i 2,5 mt. Per questo fa un certo effetto osservarle in città e nei piccoli paesini di questa zona rurale della Spagna. Probabilmente i due posti migliori dove osservarle ed eventualmente fotografarle sono la cittadina di Trujillo e il piccolo e affascinante paesino di El Gordo. 

Trujillo

A circa 50 km dal capoluogo di provincia Cáceres si trova Trujillo, piccola cittadina spagnola dalla quale sono partiti alcuni dei più famosi conquistadores spagnoli verso la conquista (e la conseguente devastazione) dell’America del Sud. Su tutti Francisco Pizarro, la cui statua di bronzo troneggia sulla imponente Plaza Mayor di Trujilllo. Alzando un pò di più la testa noterete che la piazza è abitata, oltre che dalla imponente statua di Pizarro e dagli spagnoli, anche da numerose coppie di cicogne che nidificano sugli splendidi palazzi barocchi e rinascimentali della città. Trujillo è infatti sorprendentemente uno dei posti migliori per l’osservazione delle cicogne dell’Estremadura.  

Cicogna atterra nel nido a Trujillo Spagna
A Trujillo alcuni esemplari nidificano molto vicino ai percorsi pedonali che portano alla cima del castello. Questo ci ha permesso di portare a casa scatti “tagliati” di questo tipo.

Cicogna nel nido a Trujillo

Basta infatti salire verso il castello millenario che troneggia sulla città per osservare da molto vicino alcune coppie al nido. Il sole all’alba sorge proprio di fronte a Trujillo, creando una scena spettacolare e ottime condizioni per la fotografia. 

Cicogne nel nido in città all'alba Trujillo Spagna
Cicogne al nido nel centro di Trujillo all’alba.
Cicogne in Silhouette all'alba a Trujillo
Silhouette all’alba

El Gordo

El Gordo è un piccolo paesino dell’Estremadura che sembra la rivisitazione della location di un vecchio film western di Sergio Leone. Pare sia nel 1963 che una piccola popolazione di cicogne bianche scelse proprio questo posto come luogo dove passare la stagione secca. Poco dopo è stato costruito il vicino bacino idrico di Valdecañas, con la conseguente creazioni di numerose aree umide dove abbondano piccoli rettili, anfibi e pesci, la principale dieta delle cicogne. Per questo motivo El Gordo è stata per anni la città con la più grande colonia di cicogne di Spagna, che negli anni d’oro arrivavano ad essere anche 400 esemplari. Ora sinceramente credo che il numero sia molto più basso, ma rimane comunque un posto ricco di fascino, di quel fascino di paesino di frontiera a cui io non riesco proprio a resistere. 

Cicogna sul tetto di una casa di El Gordo poco dopo l'alba
Le cicogne sono praticamente prive di voce. Il loro suono tipico questi animali lo creano sbattendo le due estremità del becco e emettendo un forte suono a percussione mentre ribaltano la testa all’indietro. Nella foto un esemplare batte il becco sul tetto di una casa di El Gordo poco dopo l’alba.
Una cicogna in cima ad un capannone inutilizzato di El Gordo
Una cicogna in cima ad un capannone inutilizzato di El Gordo
Cicogna poggiata su un antenna di una casa di El Gordo
A El Gordo le cicogne si poggiano su qualsiasi cosa. Perciò è bene che anche le antenne siano costruite robuste.

Convivenza

La convivenza tra animali ed esseri umani nei centri urbani mi ha sempre affascinato ovunque, a prescindere dalla latitudine e dall’ambiente. Dalle colonie urbane di gabbiani tridattili nel Nord della norvegia, alla nostra Matera con la sua colonia di falchi grillai fino ad arrivare qui in Estremadura. 

Cicogne nidificanti su opera d'arte a Los Barruecos
Cicogne nidificanti su una strana struttura nei pressi di Los Barruecos.

Mi affascina la positiva indifferenza della gente di fronte a questi animali, l’amore che provano nei loro confronti che li porta a chiamarli per nome e a riconoscerli ogni anno al ritorno dalle loro migrazioni. In questi posti mi rendo conto quanto la natura non abbia preconcetti o barriere di alcun genere e si adatti semplicemente alle condizioni che trova, cercando sempre e comunque una via per sopravvivere e procreare. 

Una cicogna si prende cura dei piccoli nei pressi di Trujillo.
Una cicogna si prende cura dei piccoli nei pressi di Trujillo.
Cicogne nel campanile di Trujillo estremadura Spagna
Le cicogne a Trujillo hanno fatto il nido anche nel campanile che presumo non suoni mai..

La natura si dedica anima e corpo alla vita, una vita semplice e ridotta all’osso. L’essenziale e niente più. E’ solamente nell’osservazione della natura che possiamo ricordarci quanto ci siamo allontanati da essa e quanto le nostre vite siano colme di piccole sciocchezze che in un contesto più ampio non contano assolutamente nulla.

Una coppia di cicogne intenta a costruirsi il nido su una piccola sporgenza di una grossa casa abbandonata nel centro di El Gordo
Una coppia di cicogne intenta a costruirsi il nido su una piccola sporgenza di una grossa casa abbandonata nel centro di El Gordo

Per qualsiasi ulteriore informazione, organizzazione di viaggi su misura o per l’organizzazione di tour accompagnati scrivici qui nei commenti o su www.smallshedblog@gmail.com

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI:

CONSIGLIO BONUS: Se passate da El Gordo e volete provare una vera specialità locale fermatevi a bere una birra al Bar Hostal Las Cigüenas. Al posto delle noccioline vi verranno servite come omaggio della casa le orecchie di maiale in umido. Sicuramente un cibo non per tutti, ma sono davvero squisite e indubbiamente un piatto non turistico. Se le provate fatemi sapere se vi sono piaciute!

Claudio
Fotografo, VideoMaker e batterista fallito. Vivo in costante movimento spostandomi da un posto all’altro senza avere ancora mai trovato il mio di posto. Ho vissuto e lavorato in Australia, Nuova Zelanda, Slovacchia, Italia e Islanda.  Amo viaggiare in moto nel sud-est asiatico, il caffè con la grappa e le lunghe passeggiate in montagna.

Leave a Response