Australia

Vivere a Busselton

 

Una casa vicino al mare a Busselton

Siamo arrivati a Busselton il 5 agosto del 2014.
Dopo un viaggio di 13 mila km tra cascate, canyon e deserti vari, non c’è niente di meglio che andare a vivere al mare! Durante il viaggio avevamo contattato una ragazza australiana che affittava la sua casa ai giovani viaggiatori, 125$ a testa a settimana, tutto compreso con il mare a 500 mt di distanza.

Busselton è una piccola città, di circa 20.000 abitanti, le villette quasi tutte di un piano che danno sulla strada sono senza recinzione e così ti ritrovi, ancora adesso dopo 6 mesi, a guardare quanto sono belle, alcune fatte di mattoni a vista altre di legno bianco, la maggior parte tengono un divano o una poltroncina sotto la veranda del giardino di fronte. Paragonate alle nostre italiane, sembrano case libere, amichevoli e colorate. La nostra è una di quelle con il finestrone gigante della sala che da sulla strada e le veneziane bianche che abbassiamo alla sera, quando accendiamo la luce in casa. Il nostro è uno di quei giardini dove al mattino trovi il giornale nel prato, ma non abbiamo nessun cane che corre a portarcelo.

Perchè Busselton

Siamo arrivati qui per lavorare in una farm di avocado, ma Busselton è una cittadina turistica e si trova facilmente lavoro, soprattutto nella stagione giusta, quando il caldo è alle porte.
Non che il resto dell’anno sia fredda! La notte in inverno è freschina, ma non arriva mai a toccare lo zero, mentre le giornate estive possono arrivare anche quasi ai 40 gradi.
Busselton è una bella cittadina, senza grandi pretese, dai grandi store nella zona industriale ai piccoli negozietti nella via centrale, parchetti e laghetti, 4 supermarket, qualche bar, un paio di panetterie e un negozio che vende e affitta costumi di tutti i generi.
La particolarità di Busselton è il suo Jetty, il pontile più lungo dell’emisfero australe! Allungato più volte ora raggiunge 1,8 km di lunghezza, l’attrazione della città!

IMG_1132

Noi lo sfruttiamo per la pesca. Percorrerlo fino alla fine è un po come ritrovarti in mare aperto. Le luci della città in lontananza sono piccolissime e il vento soffia forte, non ho mai pescato un giorno senza vento, tanto che anche in estate la felpa pesante e una bella cuffia in testa sono d’obbligo. Principalmente peschiamo quelle che loro chiamano aringhe e i pesci trombetta che i vecchi pescatori riutilizzano come esche, spesso vive, per acchiappare qualche pesce più grosso. L’inverno è buono per pescare anche i calamari, mentre a gennaio arrivano i Taylor, talmente facili da pescare che ormai noi, pescatori principianti, abbiamo dovuto abbandonare la pesca perché nel freezer non ci stavano più! Quelli però li peschiamo alla Marina, o semplicemente anche dalla spiaggia, verso il tramonto. Basta usare tre ami e una sardina, si lancia il più lontano possibile e si recupera sempre più veloce. Abboccano che è una meraviglia, quasi a ogni lancio.

Il mare di Busselton

Io al mare ci sono sempre andata in vacanza e se proprio devo essere sincera, ho sempre preferito la montagna. Non mi piace dover saltellare sulla sabbia calda fino ad arrivare al mare per poi sentire l’acqua gelata. Odio le spiagge italiane superaffollate piene di marmocchi che corrono a fianco al tuo asciugamano riempiendoti di sabbia mentre stai beatamente prendendo il sole, file di ombrelloni e sdraio delimitate da bandierine, per marcare il proprio territorio. Non mi piacciono neanche le spiagge piene di sassi dove appena infili un piede in acqua rischi di tagliarti o prendere un riccio. Mi piacciono le spiagge bianche da cartolina e sono per lo sdraio e un bel cocco ghiacciato, l’acqua limpida e non subito profonda mi invoglia a una bella puciata o a un paio di lanci col freesbe. Mi piacciono le spiagge australiane, ma anche quelle asiatiche, completamente vuote, kilometri e kilometri di battigia, qualche corallo e conchiglietta qua e là. Ed è così il mare di Busselton, rilassante. D’inverno è più torbido e scuro, d’estate invece è limpidissimo.

IMG_3023L’unico neo sono le meduse, che arrivano in massa, come non mi era mai successo di vedere, a gennaio, piccole e trasparenti, quasi gelatinose, ma sono innocue, perché senza tentacoli, quindi non pungono, ma a me fa comunque un po senso, non mi sento a mio agio ad essere toccata costantemente da cose gelatinose in mare. Per i bambini però sono un’attrazione veramente divertente! Giocano a pescarle con le mane giunte per poi correre fuori dall’acqua e lasciarle sulla sabbia.

Ci siamo resi conto che Busselton sarebbe stato un buon posto dove fermarsi, dove vivere una vita felice e tranquilla, con un buon lavoro, una bella casa, qualche amico. Ci ha permesso di rilassarci, di vivere lontano dal caos di una grande città, ma allo stesso tempo vicina a tutte le comodità.

IMG_2840
Il nostro piccolo amico Willie

La nostra Busselton

Busselton ci rimarrà nel cuore, ricorderemo sempre con affetto gli uccellini che non sanno quanto può essere orribile l’essere umano e vengono fin sulla tua mano a mangiare qualche briciola di formaggio, le paperelle che camminano sculettando nel tuo giardino o che ti attraversano la strada con i figli al seguito, le nostre spese da Coles pochi minuti prima della chiusura per trovare gli ultimi prodotti scontati al 90%, i bbq di pesce fresco sulla spiaggia, la pizza del sabato mattina al Pastry, i limoni a 20 cent lungo la strada per andare a lavoro, i tramonti sul Jetty e le grandi razze che si potevano ammirare da là sopra, i delfini che ti fanno compagnia mentre stai pescando, la vecchietta tanto simpatica della casa a fianco che non si capisce che fine abbia fatto, Yoshi, il cane dei vicini che abbaiava attraverso un buco del muro per avere due coccole da noi appena tornati da lavoro, i nostri coinquilini di merda, le feste al G Shed del venerdì sera e tutte le fantastiche persone che ne facevano parte, i kookaburra sull’albero del vicino che ridevano tutte le sere prima del tramonto, la macchina per fare i succhi che abbiamo trovato in casa, finire il lavoro e andare diretti in spiaggia per tuffarsi in quel mare che domani abbandoneremo chissà per quanto tempo.

 

IMG_3094

Valentina
Innamorata dell'Australia, della Thailandia e del Canada. Allergica alla frutta secca. Amo i viaggi zaino in spalla, quando viaggio sola mi sposto con Workaway o cerco qualche lavoro a breve termine. Sono Travel Coordinator con Weroad. Scrivo per ricordarmi le cose che faccio perchè ho una memoria orribile!

Leave a Response